venerdì 31 maggio 2013

Nazionale, festa a San Marino Sau prepara il suo esordio

Nazionale, festa a San Marino Sau prepara il suo esordio

Nazionale, festa a San Marino  Sau prepara il suo esordioMARCO SAU
Amichevole a Bologna contro il San Marino per l'Italia di Prandelli. Il furetto di Tonara è pronto a scendere in campo (con molta probabilità il rossoblù entrerà nella ripresa). In panchina anche Astori e Agazzi.
Per qualcuno sarà pure una sfida amichevole, quella di questa sera tra Italia e San Marino, ma per Marco Sau la giornata di oggi, comunque vada sarà solo da ricordare. "Un sogno che si avvera", aveva detto appena saputo della convocazione in azzurro. Beh, ora, quel desiderio che tutti i bambini hanno quando iniziano a giocare a pallone, è quasi definito. Sau è pronto. E con molta probabilità fare il suo ingresso nella ripresa della gara con il San Marino. In panchina altri due rossoblù: Astori e Agazzzi
IL CLIMA - Doveva essere quasi una festa con il ritorno della Nazionale sotto le Due Torri dopo 14 anni e invece anche la vigilia di un'amichevole contro San Marino viene avvelenata da una vicenda extracalcistica. Così a tenere banco in casa azzurri è l'attualità legata a Mario Balotelli con le dichiarazioni choc di un pentito di camorra secondo il quale l'attaccante milanista avrebbe, per scherzo, fatto il pusher. Il diretto interessato al termine dell'allenamento bolognese ha espresso il suo pensiero sulla vicenda: "Smentisco tutto. E' una bugia incredibile. Certe persone non possono permettesi di mettere nei guai la gente".

Le sirene non seducono Marco Sau"E' presto per lasciare Cagliari"

Le sirene non seducono Marco Sau"E' presto per lasciare Cagliari"

Le sirene non seducono Marco Sau "E' presto per lasciare Cagliari"MARCO SAU DA CAGLIARICALCIO.NET
Marco Sau ha appena indossato la maglia azzurra e già s'inseguono le voci di mercato che lo vogliono lontano dal Cagliari.
Il bomber di Tonara però non si lascia sedurre dalle sirene a assicura: "Sono legato al Cagliari fino al 2015 e vorrei restare nella mia Isola. Poi aggiunge: "Andare in una grande mi pare prematuro, sono solo al primo anno in A". Sau precisa meglio: "Ho bisogno di fare esperienza. Il campionato di serie A è il top del calcio, e quindi serve esperienza per fare bene. Mi ritengo orgoglioso già di aver accelerato le tappe, dal passaggio in serie A fino a questa convocazione in azzurro. Per ora sto a Cagliari, mi trovo bene lì, poi si vedrà".

giovedì 30 maggio 2013

I REDUCI SALGONO IN CATTEDRA - il documentario sulla seconda guerra mondiale di Graziano Canu e Renzo Gualà.


venerdì 17 maggio 2013

La carriera di Marco Sau si tinge d'azzurro.


Marco Sau a Coverciano. Per la punta del Cagliari si sono aperte le porte della nazionale. L'attaccante di Tonara vestirà la maglia azzurra insieme a Agazzi e Astori. Prandelli vuole che i tre rossoblù prendano parte allo stage fissato per preparare la Confederation Cup in programma a giugno in Brasile, autentica prova generale in vista del Mondiale 2014.
Già da qualche mese il nome dell'attaccante di Tonara veniva accostato al club Italia. L'impatto devastante con la serie A, 12 gol finora alla sua prima stagione nella massima categoria, non è passata inosservata e Prandelli ha avuto modo di registrare i suoi progressi, successivi all'annata d'oro tra i cadetti con la maglia della Juve Stabia.
Le perle realizzate in serie B è stato capace di riproporle anche ai livelli più alti e qualche acciacco non ha condizionato l'ascesa del bomber sardo.